REDDITO DI EMERGENZA ANCHE PER LE PARTITE IVA CHE NON POSSONO ACCEDERE AL FONDO PERDUTO

REDDITO DI EMERGENZA ANCHE PER LE PARTITE IVA CHE NON POSSONO ACCEDERE AL FONDO PERDUTO

Il decreto Sostegni ha introdotto la proroga del REDDITO DI EMERGENZA  per i mesi di marzo, aprile e maggio 2021 con alcune novità rispetto a quanto previsto finora.

Infatti il REDDITO DI EMERGENZA spetta anche alle seguenti categorie purchè abbiano un ISEE inferiore a 15 mila euro (con variazioni a seconda della composizione del nucleo familiare):

– LAVORATORI AUTONOMI  iscritti alla gestione INPS 

– TITOLARI DI PARTITA IVA ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA 

– STAGIONALI DEL TURISMO

– STAGIONALI DELLO SPETTACOLO  

– AGRICOLI

– DIPENDENTI STAGIONALI APPARTENENTI A SETTORI DIVERSI DA QUELLO DEL TURISMO

–  INTERMITTENTI 

– SOGGETTI PRIVI DI PARTITA IVA

– INCARICATI ALLE VENDITE A DOMICILIO

– DOMESTICI

-LAVORATORI DELLO SPORT

Il REDDITO DI EMERGENZA NON SPETTA A:

– chi percepisce  INDENNITA’ COVID

– chi percepisce REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE se la retribuzione è superiore alla soglia massima del reddito familiare

RICORDIAMO CHE IL BENEFICIO NON RIGUARDA IL SINGOLO RICHIEDENTE MA L’INTERO NUCLEO FAMILIARE A CUI APPARTIENE.

E’ possibile inoltrare la richiesta fino al 30 aprile 2021.

I nostri consulenti sono a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.

Seguici sui nostri siti con tutte l’attualità

RADIO ASSO TV

ACT CONSUMATORI

Lascia un commento